La bellezza di una donna non dipende dai vestiti che indossa né dall'aspetto che possiede o dal modo di pettinarsi. La bellezza di una donna si deve percepire dai suoi occhi, perché quella è la porta del suo cuore, il posto nel quale risiede l'amore.

Articles

Our website articles

Salvatore Noschese
Costernato da certi comportamenti da parte di alcuni membri dello staff ipb, e non più soddisfatto del livello attuale dello script, come avrete letto nel mio messaggio precedente ho deciso di migrare a wordpress e quindi mi vendo la licenza.
Tanto per capirci, ho ancora diversi bug aperti (alcuni da tempo inconcepibile), bug spesso chiusi per poco interesse da parte dei tecnici, e poi solo dopo insistenza riaperti (ne ho uno con le notifiche che mi arrivano senza lingua - solo stringhe - risulta fixato tre versioni fa, e ancora non funziona - anzi, è peggiorato!). Così, giusto ieri notte, sullo stesso forum ipb avevo aperto un topic per vendere la licenza ormai scaduta, ma il topic è misteriosamente scomparso senza alcuna notifica.
Chiedo spiegazioni nell'area feedback, e il mio nuovo topic viene chiuso perché le decisioni dei moderatori non vanno discusse nell'area feedback (un po' come mussolini che non voleva "discussioni" contro il regime)..
Insomma, pagare per un prodotto che ha diversi bug, e per uno staff che chiude / cancella in pieno stile fascista, proprio non mi entusiasma.
Lo so, non sto facendo buona pubblicità a quanto voglio vendere, ma questa è la realtà.
 
Questi i pacchetti a disposizione (tutto tranne commerce):

totale per nuovo acquisto: 390$
 
Si tratta di un prodotto digitale, quindi il concetto di "usato" non vale, ma nonostante ciò faccio il 50% ovvero: 195$ ai quali, però, bisogna sommare 70$ per la riattivazione (necessaria per poter trasferire la licenza):

 
Insomma, 265$ anziché 390$
per l'intera suite,
ed è tutto vostro!
 
Non ho intenzione di fare aste!
Vada per contatto diretto e quindi pagamento tramite paypal (anche tramite modulo di donazione va bene): https://www.paypal.me/SalvatoreN
Dopo contatto per essere sicuri che sia ancora disponibile, e successivo versamento, il prodotto sarà vostro. Appena ricevuto il pagamento, infatti, farò immediatamente la riattivazione e quindi la richiesta di trasferimento (dovete già essere registrati su ipb).
 
Oltre alla suite ho anche un tema e qualche mod.
Non so se si riesce a trasferire anche quegli acquisti. Se sì, ovviamente, prendete tutto nel prezzo.
 
Io, per quanto mi riguarda, ritorno su wordpress: http://laltroweb.it/_dev/
 
@Daniel, pensi che qualcuno dei tuoi utenti potrebbe essere interessato?
 
Saluti,
laltroweb.it
 
Salvatore Noschese
Tra pochi giorni scadrà la licenza di IPB e, per vari motivi, sono estremamente tentato di non rinnovarla.
Più che altro, per certi versi, mi dispiace aver fatto sin dal principio l'acquisto a IPB.
Potenzialmente è un buon prodotto, ha grandissime potenzialità, ma - al momento - temo non valga il prezzo che costa e inizio a stufarmi con il rinnovo ogni 6mesi per un prodotto che, alla lunga, sembra sempre più buggato.
Sta facendo la stessa fine delle ultime release di vbulletin: "un solo grande bug, e bug su bug ad ogni nuova release".
 
Detto ciò, son riuscito, in locale, ad importare gli utenti e gli articoli di ipb in wordpress!
Non posso importare le password (toccherà resettarle) e i commenti (non ci sono feed dei commenti in ipb - comunque son pochi, li importerò manualmente).
Poi ci sarebbe da ricreare le pagine (facile, si tratta di script in php da me creati) e l'area download, ma può valerne la pena.
L'importazione degli utenti l'ho fatta tramite csv (fornito dall'esportazione di ipb).
Gli articoli, invece, dai feed e grazie a: Wp All Import.
 
Tuttavia, purtroppo, nei feed forniti da ipb non ci sono tags e categorie, quindi, ahimè, il plugin non può inventarsele!
Sto provando ad inserirle modificando i sorgenti stessi di ipb (nella mia copia in locale), ma... la vedo dura!
 
Cosa ne pensate?
Critiche? Consigli? Opinioni?
 
Fatemi sapere cosa ne pensate e se conoscete modi più efficienti per migrare il database di ipb su wordpress
 
Saluti,
laltroweb.it
Salvatore Noschese
I cms sono una grande comodità, ma qualche volta, come si suol dire, si perdono in un bicchiere d'acqua!
Capita, infatti, che su IPB si possa cambiare il titolo (<title>...</title>) delle pagine (ad esempio le pagine singole nella sezione tools), ma non quello dei database senza cambiare anche il riferimento nei database stessi e quindi, ad esempio, il database "Articoli" (questo contenente l'articolo che state leggendo), che è impostato anche come homepage, non può avere un tag title diverso da "Articoli"!
Quindi, in teoria, l'unica cosa da fare sarebbe impostare un nuovo titolo allo stesso database, non chiamandolo più "Articoli":

e non è ciò che voglio ... insomma, storia complicata e a tratti decisamente ironica!
 
Così mi tocca agire manualmente e "fixare" il problema, assegnando un titolo customizzato specifico per l'homepage.
 
Come?
Potrebbe sembrare complicato, ma, semplicemente, cerco se l'url è quello dell'homepage (comprese querystring) e, se sì, forzo un nuovo titolo.
 
Un esempio?
Questo il titolo dinamico che il cms mi fornisce nel template:
<title>{expression="output.getTitle( $title )"}</title>  
Come possiamo ben notare/intuire, il titolo ci viene fornito dinamicamente dalla variabile, ok?
Dunque devo anticipare questa variabile e modificarla se - e solo se - sono nell'homepage, ci siamo?
Il problema è "come capire quando siamo nell'homepage"?
Potrebbe bastare $_SERVER["REQUEST_URI"] per controllare dove siamo, ma rimane il problema delle eventuali querystring.
Da qui la domanda sorge spontanea: "come rimuovere le querystring (o variabile $_GET) da $_SERVER["REQUEST_URI"] così da fare una verifica più sicura e precisa?
Beh, c'è chi usa explode, chi *_replace... Poi, invece, ho scoperto la funzione "strtok" e... mi è piaciuta!
 
Perfetto! Adesso so cosa modificare e che funzione utilizzare.
Adesso son pronto ad inserire, appena prima del <title>***</title>, il mio codice php!
{{$req_uri = strtok($_SERVER["REQUEST_URI"],'?'); $title = ($req_uri == "/" || $req_uri == "/homepage/") ? "My Custom Title" : $title;}} <title>{expression="output.getTitle( $title )"}</title> le parentesi sono il modo che ha ipb per scrivere la sintassi php - invece del classico <?php *** ?>
 
Spiego il tutto, non temete!
$req_uri = strtok($_SERVER["REQUEST_URI"],'?'); setto una variabile $req_uri basata su $_SERVER["REQUEST_URI"]
ma senza querystring grazie a strtok
 
$title = ($req_uri == "/" || $req_uri == "/homepage/") ? "New Title" : $title; e vado di operatore ternario...
cerco se $req_uri (request_uri senza querystring) è "/" o "/homepage/"
se è uno di questi setto $title (il nostro titolo) con il nuovo valore, altrimenti, se l'url richiesto è diverso da questi, setto la variabile su se stessa (rimane com'era in origine).
 
Piuttosto semplice, non trovate?
Questo è un piccolo esempio di come, a volte, i cms possano avere bisogno di interventi manuali e con questi piccoli codici (giusto una riga di php) possiamo risolvere i nostri problemi!
Sia chiaro che questo l'ho usato per ipb, ma può benissimo essere applicato, con le dovute correzioni, a qualunque situazione!
 
Risultato:
Prima:

Dopo:

 
Un buon titolo, soprattutto per l'homepage, è davvero importante e quindi son contento di averlo sistemato
 
Bene, è tutto!
Spero possa tornarvi utile
 
Per dubbi, domande, opinioni o altro, non esitate a scrivere!
Saluti,
laltroweb.it
Salvatore Noschese
La sicurezza su internet, si sa, è importante e navigare anonimi, soprattutto in determinate occasioni (quando andiamo a visitare siti poco raccomandabili o a fare cose "poco lecite" ... oh, giusto per fare un esempio! mica sto dicendo che tutti usano internet per fare i monelli )! Comunque, in questi casi, navigare anonimi è "vitale" e di certo su questo siam tutti d'accordo.
 
Ma qual è il modo migliore per farlo?
Tor, proxy o vpn?
 
Qui lo spiegano abbastanza bene: https://ita.privateinternetaccess.com/pages/tor-vpn-proxy
Cos'è un Tor?
Il Tor, anche detto "Il router a cipolla", è un servizio creato per permettere alle persone di navigare anonimamente su Internet. È un sistema decentrato che consente agli utenti di collegarsi tramite una rete di relè piuttosto che tramite una connessione diretta. Il vantaggio di questo metodo è che il tuo indirizzo IP rimane nascosto dai siti visitati facendo rimbalzare la tua connessione da un server all'altro in modo casuale facendo perdere, in sostanza, le tue tracce.
Svantaggi:
Se da un lato i dati vengono crittografati lungo ciascuno dei nodi dei relè, il punto di collegamento finale all'ultimo relè della catena può essere compromesso se il sito richiesto non utilizza SSL. Tor ha un inconveniente noto che è quello di rallentare in modo sostanziale la navigazione a causa dei numerosi passaggi attraverso cui vengono trasmessi i dati. Per coloro che sono particolarmente attenti ad evitare gli occhi indiscreti del governo, Tor è stato creato in collaborazione con la marina americana ed è tuttora usato da molte agenzie governative. Poiché Tor è stato ampiamente utilizzato da dissidenti politici, giornalisti e perfino criminali, molti governi tengono d'occhio gli utenti di Tor. Ciò potrebbe renderti un soggetto sospetto e far sì che tutte le tue attività online vengano monitorate.
 
Cos'è un VPN?
Un Virtual Private Network è una connessione di rete che consente di creare una connessione sicura in un altro luogo, permettendoti in tal modo di apparire come se fossi altrove. Il computer crea un tunnel virtuale criptato al server VPN e tutta la tua navigazione risulta provenire dal server VPN. Tutto il traffico Internet passa attraverso questo tunnel criptato, impedendo ai tuoi dati di venire esposti a intercettazioni tra il computer e il server VPN.
Svantaggi:
È assolutamente necessario scegliere un servizio VPN di qualità che non memorizzi dati o registri delle comunicazioni. In caso contrario, se un ente governativo dovesse richiedere al provider di VPN di rivelare i registri, gli utenti ne risulterebbero esposti. Inoltre, è importante che il servizio VPN utilizzi una corretta distribuzione del traffico del carico e una buona randomizzazione del server in modo che gli utenti si possano connettere sempre a un server VPN diverso.
PIA non memorizza i dati di comunicazione pertanto le tue informazioni sono sempre al sicuro.
 
Cos'è un Proxy?
Un proxy, al pari di un VPN, dirige il traffico attraverso un computer diverso dal tuo. Anche se esistono server proxy pubblici e privati, solo i proxy privati, di solito a pagamento, forniscono un livello di stabilità e affidabilità adeguati.
Svantaggi:
I protocolli proxy principali oggi in uso sono SOCKS e HTTP/HTTPS. I proxy SOCKS e HTTP non forniscono alcun tipo di crittografia, mentre i proxy HTTPS offrono lo stesso livello di crittografia di qualsiasi sito web SSL. Tuttavia, i proxy non sono stati progettati per proteggere tutto il tuo traffico Internet, di solito solo il browser. Inoltre, molte deleghe trasmettono l'indirizzo IP originale dell'utente al sito di destinazione, il che li rende inadatti agli utenti attenti alla sicurezza e alla privacy. Infine, i proxy devono essere configurati separatamente per ciascuna applicazione (applicazioni di posta elettronica, browser, app di terzi) e alcune applicazioni non li supportano.
 
Tor e VPN
I due possono essere usati insieme per ottenere un livello di sicurezza superiore, ma questo rallenterà drammaticamente il servizio a causa dell'invio casuale della connessione attraverso molti server in tutto il mondo, tipica del Tor. Tuttavia, è indispensabile utilizzare un VPN in modo i dati vengono crittografati in quanto il VPN serve a mantenere i dati sicuri. È altrettanto importante scegliere un provider di VPN che non conservi alcun registro dei dati.
 
Per farla breve, una buona vpn è la scelta migliore dato che non ha i difetti che tutti gli utilizzatori della rete tor conoscono. Riguardo i proxy, invece, direi che non possono proprio competere con tor o vpn dati gli inevitabili limiti.
 
Quindi, scegliendo la vpn, quale scegliere?
Scegliamo una vpn a pagamento come questa fornita da privateinternetaccess.com o preferiamo una vpn gratuita (seppur limitata in megabyte di banda utilizzabili)?
beh, se l'uso che dovete farne è sporadico direi che la vpn gratuita può andare benissimo e quella con cui sto scrivendo questo articolo è Avira Phantom VPN
 
Niente da configurare, nessun browser alternativo.
Installi, attivi, verifichi se l'ip è davvero cambiato: https://laltroweb.it/tools/ipinfo/
diversamente riavvii il browser e ricontrolli (per me è stato necessario riavviarlo) ed ecco che, entro i 500MB al mese previsti se senza registrazione, possiamo navigare sotto vpn non loggata e protetta da avira! 500MB finiscono presto? Possiamo raddoppiare a 1GB al mese semplicemente registrandoci (oppure, 59,95€/Anno per la versione pro - leggermente più costosa di quella fornita da privateinternetaccess, ma questa è avira e quindi si spera valga la spesa in più!)
 
Questo il risultato dopo la veloce installazione:

 
Come possiamo notare dall'immagine, ho ip tedesco (preso di default) e persino il banner di google è adesso in lingua tedesca (quindi, ecco, risultiamo proprio connessi da quell'ip)
 
Diversamente, cliccando sulle impostazioni, posso scegliere la nazionalità con cui apparire su internet! A me, ad esempio, di default offre "Germania", ma posso scegliere se risultare francese, spagnolo, rumeno, polacco, o quel che mi pare:

 
 
Volete provarlo?
Avira Phantom VPN può essere scaricato anche da: (link diretto al sito avira - sempre ultima versione)

Grazie @Kuronekos per l'ottima segnalazione!
 
Niente male, non trovate?
Lo proverete? Lo avete già provato?
Conoscete altre vpn gratuite altrettanto valide?
 
Saluti,
laltroweb.it
Salvatore Noschese
Il launcher è odiato da molti, ormai è noto, ma avira non ha alcuna intenzione di permettere la sua disinstallazione e quindi tocca tenerselo (o trovare un modo per tenerlo a bada)!
Solo qualche tempo fa avevo scritto un articoletto su "come rimuoverlo" (che poi, in realtà, era più un: come non installarlo), ma quel gioco non funziona più!
Ad ogni aggiornamento importante, infatti, avira mette nuovamente "a forza" l'odioso launcher.
 
Questo l'articolo precedente:
Detto ciò, come fare? Ci arrendiamo? ... Sia mai
Sappiamo che se andiamo nel pannello di controllo e proviamo a disinstallarlo riceviamo l'avviso che non possiamo perché richiesto da Avira Antivirus, ma possiamo rimediare terminando ogni possibile processo riservato ad avira tramite gestione attività (ctrl+alt+canc) e quindi rieseguire la disinstallazione del solo launcher.
 
Situazione classica:

 
Disinstallazione del launcher dopo aver terminato i processi:

 
Rimane il fatto che al prossimo aggiornamento potrebbe tornare, quindi che facciamo?
 
Sempre da gestione attività, possiamo disabilitare l'avvio del launcher:

 
Quindi rimarrà nel nostro sistema, ma non si avvierà più!
 
Scegliete voi se provare la disinstallazione o la semplice disabilitazione.
Io l'ho disinstallato giorni fa e non è ancora tornato.
 
Ed era stato già disabilitato da oltre una settimana senza mai riattivarsi.
Magari tornerà al prossimo aggiornamento, ma bastano pochi click per rimediare e quindi, per quanto mi riguarda, Avira Launcher non è più un problema

 
Cosa ne pensate di questo metodo? Ne conoscete altri?
Regedit? Gpedit? Permessi file?
Commentate - anche da visitatori - e condividete la vostra esperienza
 
Saluti,
laltroweb.it
Iscriviti alla nostra newsletter